VERNISSAGE ALL'ART GALLERY DI VIA DEI CORONARI

MARINETTA SAGLIO ZACCARIA TRA RITA DALLA CHIESA E ELENA SOFIA RICCI

LA SECONDA VITA DI MARINETTA SAGLIO
RIMPATRIATA DI VERE AMICHE VIPPISSIME 
PER LA FOTOGRAFA DELL'ANIMA ORA SCULTRICE
EROS E TANATHOS NELLE SUE OPERE

DI GABRIELLA SASSONE 

La seconda vita di Marinetta Saglio Zaccaria. La fotografa dell'anima, che ha immortalato per anni i protagonisti dello showbiz, è diventata da tempo anche una quotata scultrice, professione a cui si dedica a tempo pieno nel suo buen retiro di Sutri. E l'altro giorno, alla vigilia dei suoi 65 anni, ha voluto festeggiare con tutti gli amici l'importante genetliaco inaugurando alla Art Gallery di Via dei Coronari una mostra delle sue opere, intitolata "Come forma che muta...". Marinetta ha dedicato l'esposizione a Giuliano Gemma, che per primo la persuase nel continuare sulla strada della scultura, di plasmare quelle creature con la creta e il bronzo per comunicare al mondo i moti della sua anima. Tanto che poi lei ha scelto Massimo Schiavoni, lo stesso fonditore di Giuliano Gemma, per far colare nel bronzo le sue opere. 

UNA DELLE SCULTURE DI MARINETTA SAGLIO

"Chi siamo stati e cosa abbiamo fatto non porta con sé quello che siamo e che facciamo oggi. La continuità passa dai ricordi e dalle abitudini, ma il bello è che ci si può riscoprire, lasciando vibrare quelle corde, che la vita e gli impegni avevano negato. È come un baule in soffitta: non contiene solo le cose vecchie, ma più spesso quei luoghi del sé, che si sono messi da parte, ancora inesplorati e che finalmente assumono importanza", dice Marinetta. Forse per spiegare il suo passaggio da fotografa glam e patinata, disponibile, professionale e precisa, una che preferiva l'ombra del suo obiettivo alla scena, perché con quell'obiettivo dava luce alla vita degli altri, alla "solitudine" della scultura. Ma è con questa arte che Marinetta ha ritrovato se stessa, esplorando nuove forme di espressione. L'abitudine a staccare il soggetto dal fondo e a raccontarlo in 3D,  l'ha portata con naturalezza alla dimensione tridimensionale. Le sue opere, che plasma ascoltando musica classica e che sembra prendano vita da sole, assumono significati diversi a seconda della prospettiva, come il ritratto cambia se cambia l'angolo di ripresa. Insomma, continuità di mestiere, ma differenze di struttura. La prima è che non c'è più l'altro rispetto al sé, nella proiezione, finalmente protagonista, del suo esistere. Il segno di Marinetta è marcato, disinibito, sofferto. C'è il desiderio d'amore e la consapevolezza del tempo. Nel groviglio dei corpi si confondono i pensieri e i sentimenti, risucchiati dai gorghi della vita. Eros e Thanatos, il dualismo di Empedocle, il conflitto di Freud. L'amore  e la morte. La pulsione al piacere, quella alla distruzione. Fa bene, specchiarsi nell'energia prodotta dal cambiamento, che la Saglio riesce ad esprimere. È il sole che è nuovo ogni giorno - come insegnava Eraclito - perché nulla finisce, ma tutto si trasforma.  

MARINETTA SAGLIO E MARISA LAURITO

Nessuna delle vippissime amiche storiche di Marinetta è mancata al vernissage inaugurale; accolte da Maria Rosaria De Luca e coccolate da sfogliatelle e babà napoletani e sottofondo musicale con la voce della Callas. Ecco Marisa Laurito, Baba Richerme (la moglie del compianto Giuliano Gemma), Eleonora Giorgi (che convinse la Saglio a diventare fotografa quando ancora studiava all'università Architettura). Arrivano alla spicciolata e si incantano davanti alle opere in mostra Enrica Bonaccorti, Giuliana De Sio, Catherine Spaak, Martine Brochard, Simona Marchini, Fiamma Izzo, Carmen Lasorella e Daniela Bonito, Rita Dalla Chiesa, Katia Noventa, Laura Lattuada, Rossana Luttazzi, Barbara Bouchet, Marta Flavi, Linda Batista. E ancora, ecco un trio meravigliao: Elena Sofia Ricci, Barbara De Rossi e Valeria Marini. Non manca il regista Giorgio Capitani e l'attore comico Marco Capretti. 
Che bello vedere, ogni tanto, donne amiche sincere di altre donne! Lunga vita a Marinetta e alle sue opere! La mostra è aperta fino al 20 febbraio 2016. 

L'ABBRACCIO TRA MARINETTA SAGLIO E ELENA SOFIA RICCI

MARINETTA COCCOLATA DA BARBARA DE ROSSI E ENRICA BONACCORTI

MARINETTA COL REGISTA GIORGIO CAPITANI

MARINETTA CON CARMEN LASORELLA

MARINETTA TRA KATIA NOVENTA E DANILA BONITO

MARINETTA SAGLIO CON ELENA SOFIA RICCI, BARBARA DE ROSSI E FIDANZATO



MARINETTA SAGLIO ALL'OPERA

MARINETTA SAGLIO ALL'OPERA












Nessun commento:

Posta un commento