FOOD & THEATRE CON LUCIANO MELCHIONNA

LO CHEF STEFANO CRIALESI CON ALEXANDRA LA CAPRIA E LE SUE AMICHE 




ALEXANDRA LA CAPRIA TRASFORMA LA SUA ABITAZIONE IN HOME RESTAURANT 
E INVENTA SERATE DI FOOD EXPERIENCE MIXANDO TEATRO E MANICARETTI 
DELLO CHEF STEFANO CRIALESI


DI GABRIELLA SASSONE

Dopo il grande successo del trasgressivo spettacolo cult "Dignità Autonome di Prostituzione", che ha rivoluzionato il modo di fare teatro, il mitico regista Luciano Melchionna si butta in una nuova esperienza: il Food&Theatre. Una serata unica e indimenticabile con ricco buffet dello chef Stefano Crialesi. L'evento si svolge stasera alle 21 tra le pareti del Troisième Etage, esclusivo home restaurant nel cuore di Roma. Lo ha ideato e aperto nella sua abitazione a due passi da Palazzo Grazioli Alexandra La Capria, attrice, sceneggiatrice e interior designer, figlia dello scrittore Raffaele La Capria e dell’attrice Ilaria Occhini, nonchè ex moglie di Francesco Venditti da cui ha avuto due figli. 
In tempi di crisi e spending review, Alexandra ha deciso di diventare imprenditrice usando casa propria. "Roma è una città porosa piena di dettagli che si amplificano allo sguardo e al cuore quando li afferri, ma rimane una città da contemplare, visitare ma purtroppo poco vitale perché la vita romana è pigra, chiusa, intanata nelle case. Avere le chiavi per aprire una nuova porta a Roma è difficilissimo perché la burocrazia e le lobby impediscono qualsiasi risultato, i giorni passano, gli anni passano e tu rimani con i tuoi bei progetti ed idee nel pugno della mano come mosche morte, quindi ho capito che bisogna utilizzare le chiavi di casa propria. Da qui l’idea dell’home restaurant “Troisieme Etage – La vie en Rome – “ www.3siemeetage.it", spiega Alexandra. "Il nome è francese perché l’atmosfera della mia casa è più vintage che romana e anche perché il francese rimanda sempre all’eleganza e all’esclusivo (Terzo piano non avrebbe mai funzionato!). Il mio eclettismo - che mi ha sempre contraddistinto nelle mie scelte – ha voluto spingermi a creare qualcosa di più di un semplice ristorante. Così ho creato un gruppo di persone amiche e fidate tutte con gli stessi intenti, con capacità differenziate ma tutti rigorosamente creativi. Un giovane chef romano, Stefano Crialesi, un’attrice doppiatrice Eleonora Vanni, figlia della grande doppiatrice Maria Pia Di Meo, Alexanna Ambrosetti una professionista nel campo del turismo che dirige la sua agenzia "Rome X love", la decor designer Catia Priorini. 

L’intento è creare un luogo, dove, come avviene per il teatro, la magia si impadronisca del senso della serata nel suo divenire. E’ come creare un’orchestra, ogni elemento è uno strumento fondamentale alla realizzazione della sinfonia scelta da rappresentare e viene diretta da un direttore che nel nostro caso è lo chef. Ogni serata proposta ha la sua scenografia, la sua musica, la sua luce, la sua atmosfera, e per questo motivo ogni serata ha il suo racconto", dice ancora Alexandra.
Per realizzare tutto questo la bionda attrice ha coinvolto artisti, cantanti, attori e anche registi. Una volta al mese, ispirato a un film o a un autore che ha come centralità il CIBO o la TAVOLA, ecco serviti eventi/spettacolo che restituiscano l’ambientazione dell’opera scelta. Gli ospiti si troveranno coinvolti direttamente nello spettacolo, ne faranno parte e si sentiranno parte di un set o di una pagina di un libro. Ogni stanza della casa sarà adibita alla realizzazione di una scena del film o opera, con la sua musica, la sua luce e la sua proposta di menù. Un percorso quindi sensitivo e visivo che sposta completamente il senso di “quello che si mangia” ad esperienza emotiva e conoscitiva.
E stasera, il grande debutto di questi eventi mensili non poteva che toccare a Luciano Melchionna. Che sarà accompagnato da alcuni dei suoi storici attori cantanti e danzatori come Clio Evans, HER, Adele Tirante e Adelaide Di Bitonto. Melchionna ha deciso di omaggiare il capolavoro cinematografico di Peter Greenaway: "The Cook, The Thief, His Wife & her Lover". Stomachevole per alcuni, sublime per altri, raffinato e volgare, affascinante e disgustoso in egual misura nel portare al limite estremo la riflessione sui temi del cibo, del sesso e della violenza, è il film più feroce e grottesco di Greenaway. La volgarità e la brutalità si scontrano con la raffinatezza del ristorante, del cuoco e dell'amore. Il cibo come vita e come morte. Gli ospiti saranno introdotti in un'esperienza culinaria, emotiva e visiva, in cui si sentiranno loro stessi protagonisti di un surreale set cinematografico.



Ingresso con cena 40€
Verrà allestito un angolo bar non incluso nel costo dello spettacolo
Per prenotare inviare mail a info@3siemeetage.it (L'indirizzo dell'home restaurant verrà comunicato al momento della prenotazione).


IL REGISTA LUCIANO MELCHIONNA

LO CHEF STEFANO CRIALESI CON ALEXANDRA LA CAPRIA E LE SUE AMICHE

LOCANDINA DEL FILM DI PETER GREENAWAY





Nessun commento:

Posta un commento